FAQ: domade frequenti

1. Lo stesso prodotto presenta codici diversi?

È possibile utilizzare codici diversi per meglio identificare alcune particolarità del prodotto e offrire così un miglior servizio.

I casi più frequenti sono:

  • individuare la macchina su cui è stato lavorato il prodotto, in modo da identificare facilmente il lotto di produzione in caso di verifica.
  • modifica della busta (grafica, dimensioni, tipologia, ecc.)
  • sostituzione dei cliché di stampa logori o deformati
3. Come posso richiedere una quotazione?

Puoi richiedere la quotazione a te riservata contattandoci telefonicamente, scrivendo alla casella dedicata commerciale@willchip.com o compilando il nostro form.

5. Qual è il quantitativo minimo ordinabile?

Per i prodotti standard non c’è una quantità minima ordinabile, è sufficiente effettuare un acquisto a partire da un minimo imponibile di 250€.
Per quanto riguarda gli articoli personalizzati invece il minimo dipende dalla tipologia di prodotto: contattaci per avere maggiori informazioni.

7. In quanto tempo il mio ordine verrà evaso?

Solitamente per i prodotti standard, presenti a stock nel nostro magazzino, l’evasione avviene entro 3 giorni lavorativi. Per tutti gli altri articoli le tempistiche di consegna variano a seconda della tipologia di prodotto.

9. Cos'è la "tolleranza di produzione"?

Tutte le manifatture realizzano prodotti con l’ausilio di macchine e maestranze impegnate nei turni di lavoro. È possibile che al termine di ciascuna fase ci possa essere una quantità inferiore o superiore di pezzi prodotti rispetto al previsto. È universalmente accettata una variazione di circa il 10% in più o in meno.

11. Cos'è il Mater-Bi®?

Il Mater-Bi® è una famiglia di materiali plastici sviluppati, brevettati e prodotti da Novamont, contenenti risorse rinnovabili di origine agricola. Sono biodegradabili e compostabili e garantiscono resistenza e tenuta in modo del tutto simile alle plastiche tradizionali.

13. Cosa significa compostabile, cos'è il compostaggio e come funziona?

Un materiale è compostabile se:

  • è biodegradabile in compostaggio
  • si disintegra completamente in un ciclo di trattamento
  • non ha effetti tossici e non rilascia metalli pesanti nel compost prodotto alla fine del processo.
  • non ha effetti negativi sul processo di compostaggio.

Il compostaggio è un processo accelerato di trattamento biologico dei rifiuti organici che avviene negli impianti di compostaggio, dove i processi naturali di biodegradazione sono ottimizzati con il raggiungimento di alte temperature. I rifiuti organici vengono accumulati negli impianti dove i microrganismi, presenti naturalmente nei rifiuti, biodegradano in presenza di aria le sostanze organiche, producendo anidride carbonica, acqua, compost e calore. Il calore prodotto non si disperde facilmente e causa un incremento di temperatura che accelera la reazione di degradazione. Alla fine del processo il rifiuto residuo si è trasformato in compost.

15. Quale è lo scopo dell'UNI EN 13432 e quali sono i criteri di valutazione?

Lo scopo dell’UNI EN 13432 è di definire i requisiti tecnici degli imballaggi i cui rifiuti possono essere recuperati mediante la frazione organico.
Le caratteristiche, valutate mediante prove di laboratorio, sono le seguenti:
Assenza di sostanze tossiche. Il materiale di imballaggio deve essere pressoché privo di metalli pesanti ed altri elementi indicati nella norma.
Biodegradabilità. La tendenza del materiale di imballaggio ad essere convertito in anidride carbonica grazie ai microrganismi, in modo analogo a quanto accade ai rifiuti naturali.
Disintegrabilità. La frammentazione e perdita di visibilità nel compost finale (assenza di contaminazione visiva).
Assenza di effetti negativi nel compost finale. Il materiale da imballaggio non deve contaminare il compost finale con sostanze ad azione eco-tossica e non deve diminuirne la qualità.
Ciascuno di questi punti è necessario per la definizione della compostabilità ma, da solo, non è sufficiente. Ad esempio, un materiale biodegradabile non è necessariamente compostabile perché deve anche disintegrarsi durante un ciclo di compostaggio. D’altra parte, un materiale che si frantuma durante un ciclo di compostaggio in pezzi microscopici, che non sono però poi totalmente biodegradabili, non è compostabile.

17. Il Mater-Bi® contiene polietilene o altri polimeri tradizionali non biodegradabili?

No, il Mater-Bi® è prodotto utilizzando solo costituenti biodegradabili. Non contiene polimeri tradizionali non-biodegradabili.

19. Il Mater-Bi® è pronto per essere lavorato con macchinari tradizionali?

Il Mater-Bi® può essere filmato utilizzando impianti tradizionali con temperature di estrusione più basse rispetto allo standard e con la possibilità di rigenerare gli scarti con tecniche simili a quelle in uso per le materie plastiche. Si stampa con inchiostri ad acqua o a solvente, con qualsiasi tecnologia di stampa senza bisogno di ulteriori trattamenti. Per la produzione di sacchi la saldabilità è simile a quella dei materiali tradizionali e può essere effettuata alla stessa velocità.

2. Quali prodotti sono personalizzabili?

Tutti i nostri prodotti offrono ampia possibilità di personalizzazione (dimensione, grafica, ecc.)
I nostri esperti sono sempre disponibili a studiare con voi il prodotto più idoneo alle vostre esigenze.

4. Come posso trasmettere il mio ordine?

È possibile inviare gli ordini tramite la nostra casella dedicata ordini@willchip.com o via Fax.
Sarà nostra cura processare la richiesta il prima possibile ed inviare la relativa conferma d’ordine.

6. Come posso ricevere il mio ordine in porto franco?

Per poter usufruire della consegna in porto franco occorre sviluppare un imponibile pari o superiore a 350€, per destinazioni all’interno della provincia di Milano, e di almeno € 1.000 per il resto d’Italia.

8. Quali sono i simboli dei prodotti riciclabili?

Il simbolo delle tre frecce stilizzate che formano un triangolo equilatero è stato adottato inizialmente per indicare alcuni tipi di materiale plastico: tale simbolo è accompagnato da un numero al centro e l’abbreviazione del materiale in basso (L’abbreviazione non è sempre presente e rispetta la codifica UNI EN ISO1043-1:2002, UNI EN ISO 11469:2001 e la Decisione 97/129/CE).

10. Cos'è la biodegradabilità?

La biodegradabilità è la caratteristica delle sostanze e dei materiali naturali di essere assimilati dai microrganismi e di essere così immessi nei cicli naturali.
La biodegradazione è il principale processo attraverso il quale avviene la decomposizione finale del Mater-Bi®. La biodegradazione si innesca in ambienti umidi, fertili e attivi, come ad esempio il compost, il suolo e i sedimenti e la sua velocità è condizionata dalla temperatura, dal pH, dalla presenza di acqua disponibile.

12. Il Mater-Bi® ha una scadenza?

I prodotti in Mater-Bi® non hanno una scadenza perché non sono deperibili come un alimento. Tuttavia come le plastiche convenzionali il Mater-Bi® invecchia, cioè presenta un progressivo decadimento delle caratteristiche fisico-meccaniche. Pertanto si consiglia di utilizzare i prodotti in Mater-Bi® entro un anno dal momento dell’acquisto.

14. I prodotti presenti sul catalogo sono sempre disponibili a magazzino?

I prodotti presenti a catalogo rappresentano la nostra offerta standard e sono solitamente disponibili a stock nel nostro magazzino.

16. Quanto tempo occorre al Mater-Bi® per iniziare la degradazione in condizioni di compostaggio?

La disintegrazione del Mater-Bi® in condizioni di compostaggio inizia dopo alcuni giorni e si completa entro la fine del ciclo, quando il compost è maturo e pronto per la vendita.

18. Quali sono i vantaggi del sacco per trasporto merci in Mater-Bi®?

La nostra busta flyer in Mater-Bi® può essere utilizzata come sacchetto per la raccolta umida differenziata e quindi può essere “compostata” per diventare fertilizzante.
Diversamente può essere utilizzato come normale sacchetto, per il rifiuto indifferenziato, che viene trasferito in discarica.

20. Non hai trovato la risposta che cercavi?

Scrivici all’indirizzo email commerciale@willchip.com